• Smart Bugs

ANTAGONISTI NATURALI: COSA SONO E PERCHÉ SONO COSÌ IMPORTANTI?

Aggiornamento: 15 set





Immaginate di voler colorare di arancione la parete nord del vostro salotto... per farlo, preparereste il muro delimitandolo con lo scotch e la carta, oppure colorereste direttamente senza preoccuparvi di sporcare anche le altre pareti?


La risposta a questa domanda è scontata, ma, se facessimo lo stesso ragionamento cambiando l’oggetto dell’azione, la risposta potrebbe stupirci. Se dovessimo eliminare un insetto infestante, come ci comporteremmo?


Siamo stati abituati a pensare che quando nel nostro giardino (o nei nostri campi) troviamo parassiti la soluzione più veloce ed efficace sia quella che troviamo in ferramenta o al supermercato… ma se fare ciò fosse come colorare la parete senza delimitarne i bordi?


Mi spiego… Quando utilizziamo insetticidi per eliminare un insetto che ci sta dando noia e preoccupazioni, in realtà stiamo colpendo indistintamente tutte le forme di vita presenti in quell’area, questo perché gli insetticidi nel loro agire sono generalmente privi di selettività (quindi non orientabili). Tornando all’esempio di prima: proprio come l’assenza dello scotch e della carta non salvano le altre pareti da macchie di colore indesiderate, anche l’utilizzo di pesticidi non salva gli insetti utili (come gli impollinatori) che verranno così anch’essi eliminati.


Come combattere gli insetti infestanti?

Tutto parte dagli equilibri e la soluzione ci viene direttamente dalla natura con gli antagonisti. Un ecosistema non equilibrato può generare situazioni di scompenso di specie: alcune popolazioni possono essere più presenti e popolose di altre e, se queste sono di insetti dannosi, possono causare danni all’ecosistema.


È importante quindi lavorare per preservare o ristabilire gli equilibri di un’area e, per farlo, è necessario ri-bilanciare il numero degli antagonisti naturali; questo perché ridurrebbero il numero delle specie infestanti. Gli antagonisti sono degli insetti già presenti nell’eco-sistema che, per caratteristica propria, riescono a controllare e contenere l’azione e la proliferazione di determinate specie che possono essere dannose per le piante e le colture.


L’utilizzo di insetti utili infatti permette di ridurre l’utilizzo di pesticidi (nocivi per tutti gli insetti e per l’ambiente) mantenendo la popolazione dei parassiti entro una soglia di tolleranza. Inoltre, si possono scegliere gli antagonisti che agiscono in modo mirato andando così a colpire solo la specie target e non altre specie.


Per approfondire maggiormente l’argomento e scoprire quali sono i principali insetti utili utilizzati nella lotta biologica pubblicheremo nelle prossimamente settimane nuovi articoli su questo tema… stay tuned 📣



188 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti