top of page
  • Immagine del redattoreSmart Bugs

Come fotografare gli insetti: una rapida guida

Il primo marzo segna il ritorno della primavera, e con il suo arrivo anche il caldo tornerà ad abbracciare le nostre giornate. E con questo bel tempo vuoi non cimentarti nella fotografia degli insetti? Certo che no! Ecco perché abbiamo preparato questa guida perfetta per te, per prepararti a questo nuovo hobby! La entomofotografia (nome appena inventato da noi) ci invita a esplorare un mondo affascinante, spesso nascosto alla vista, dove piccole creature svolgono ruoli vitali nell'equilibrio naturale. Questa guida ti accompagnerà attraverso ogni passo per catturare delle immagini mozzafiato dei nostri amatissimi e insostituibili insetti.



Dove e quando?

I giardini botanici, i parchi locali e le riserve naturali sono ricchi di biodiversità. I fiori come la lavanda, la salvia, il rosmarino, e i girasoli attraggono un'ampia varietà di insetti. Nelle tue esplorazioni, non trascurare orti e giardini domestici, dove i fiori delle erbe aromatiche, ortaggi e piante ornamentali attirano gli impollinatori. La primavera e l'estate sono le stagioni più indicate, grazie alla maggiore attività e varietà di specie. L'uso di trappole luminose può estendere le tue ricerche agli insetti notturni, offrendo opportunità uniche al di fuori delle ore diurne.


Cosa usare?

La luce naturale è preferibile, ma l'uso di flash esterno o integrato, abbinato a un diffusore, può equilibrare le ombre e illuminare gli insetti in condizioni di luce scarsa. Esperimenti con il diaframma e la velocità dell'otturatore ti aiuteranno a catturare dettagli nitidi, mantenendo l'insetto a fuoco mentre sfumi delicatamente lo sfondo. Un obiettivo macro è essenziale, ma considera anche l'aggiunta di tubi di prolunga o lenti addizionali per close-up ancora più dettagliati. La scelta dell'apertura del diaframma può ottimizzare la profondità di campo (più è aperta più la profondità di campo si riduce mettendo a fuoco una porzione sempre più piccola di spazio e lasciando il resto sfocato), mentre velocità dell'otturatore elevate congelano il movimento degli insetti più irrequieti (ma sperimenta anche esposizioni più lunghe per provare effetti più artistici).


Come avvicinarsi?

Evitate l'uso di repellenti o insetticidi durante le vostre esplorazioni. È vitale rimettere a posto eventuali pietre o tronchi sollevati, preservando così l'habitat naturale degli insetti. Questo approccio rispettoso garantisce che il microcosmo che stiamo documentando rimanga intatto e prospero.


E poi?

Una volta tornati a casa, utilizzate software di editing per correggere aberrazioni ottiche o distorsioni. La regolazione dei colori può aiutare a ripristinare la vivacità naturale o, alternativamente, a creare interpretazioni artistiche in bianco e nero. Queste modifiche possono trasformare foto buone in immagini eccezionali. Infine condividi le tue foto online o attraverso mostre, ispirando altri a esplorare e valorizzare il mondo degli insetti. Non dimenticare di taggarci se pubblichi le tue foto su Facebook e Instagram!


Sperimenta direttamente a casa!

Oltre alle esplorazioni all'aperto, esiste un modo per praticare la fotografia di insetti comodamente da casa: ovviamente usando i nostri Kit. Fotografare gli insetti in un ambiente domestico controllato offre numerosi vantaggi: non solo si ha la possibilità di osservare da vicino comportamenti e trasformazioni spesso difficili da cogliere in natura, ma si può anche sperimentare con diverse tecniche fotografiche e attrezzature senza le variabili imprevedibili dell'esterno.


Puoi scegliere tra i kit per allevare le farfalle di Macaone e di Cavolaia maggiore, così avrai un ambiente controllato dove osservare e fotografare da vicino il ciclo di vita di questi splendidi insetti. Ma sul nostro shop.smart-bugs.com proponiamo anche kit con bachi da seta e grilli, e presto torneranno disponibili anche le coccinelle e il kit con la Vanessa del cardo. Inoltre sapevi che con in nostri kit contribuisci anche alla conservazione delle specie e alla biodiversità? Ogni kit acquistato è un piccolo passo verso la comprensione e il rispetto del delicato equilibrio naturale che governa i nostri ecosistemi. Dunque non perderti questa opportunità: diventa un fotografo professionista e aiuta l'ambiente, il Premio Pulitzer per il miglior servizio fotografico ti aspetta! 😉




P.S.: Se desideri avere più nozioni sull'argomento, ti linkiamo alcuni articoli più specialistici: articolo 1, articolo 2, articolo 3. Ma ricorda, è solo con l'esperienza che si diventa veri esperti.

658 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page